Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023

LA CITTÀ ILLUMINATA

Bergamo e Brescia sono Capitale Italiana della Cultura 2023. Nel progettare assieme questo anno speciale le due città, le istituzioni culturali, le associazioni, la società civile hanno scoperto radici comuni, espressioni artistiche inaspettate, patrimoni culturali di straordinaria rilevanza. Capitale Italiana della Cultura sarà l’occasione per crescere insieme, per testimoniare la tradizione di lavoro, di solidarietà, di innovazione industriale in un territorio dalla bellezza inaspettata, tutto da scoprire. Bergamo e Brescia saranno nel 2023 “La città illuminata”. Insieme a voi.

Un obiettivo comune

Crescere insieme

L’unione di Bergamo e Brescia non è la semplice somma algebrica delle risorse delle due città sul piano delle produzioni strettamente culturali: lancia un’immagine di spazio urbano “possibile e futuro” che può mettere assieme la propria straordinaria capacità manifatturiera, la tradizionale capacità e disciplina di lavoro, la vocazione imprenditoriale, ma anche reti di solidarietà e patrimoni culturali di rilevanza unica su scala internazionale, scambiandosi buone pratiche, trovando sinergie, accelerando processi, condividendo conoscenza.

Bergamo e Brescia

Due terre simili

Terre di lavoro

Dalle campagne all’edilizia, dalle botteghe alle fabbriche: Bergamo e Brescia insieme rappresentano oggi l’area manifatturiera più importante d’Italia e tra le prime d’Europa, nonché tra le più significative del Pianeta. Una realizzazione sontuosa che merita di essere rivendicata, raccontata, rilanciata, nel segno dell’innovazione.

Terre di memoria e di patrimoni

Le memorie dei due territori si intrecciano in un percorso lungo millenni che vanta eccellenze di assoluto rilievo. Dai patrimoni UNESCO ai prodotti esportati in tutto il mondo, passando per opere architettoniche, monumenti, ma anche materie prime e tesori enogastronomici: una tradizione continuamente rilanciata non solo sul piano delle identità locali, ma anche su quello del turismo, delle forme di cittadinanza temporanea e della partecipazione.

Terre di solidarietà e cura

L’efficienza dei sistemi sanitari, il radicamento di una religiosità fattiva e solidale, e la densa rete di associazioni, enti e soggetti non profit attivi portano l’area a contare un terzo settore tra i più sviluppati del Paese. Un orientamento che trova concretezza nei diversi progetti di welfare destinati a operare sulla qualità della vita comune delle due province.

Terre di libertà

Espressa in passato da forme di resistenza collettiva e adesione ai moti di liberazione e fondazione nazionale, che valsero la Medaglia d’Oro come Benemerite del Risorgimento, la libertà si esprime oggi nel profondo senso di responsabilità individuale, del lavoro e nella sua rivendicazione politica. Una libertà che davanti alla tragedia individuale e alla sfida sociale della pandemia si traduce nella volontà di “un nuovo inizio”.

Le cerimonie inaugurali

Nelle giornate del 20, 21 e 22 gennaio 2023 avrà luogo l’inaugurazione ufficiale di Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023: tre giorni di celebrazioni, eventi e parate che vedranno i principali teatri, le piazze, le vie e i luoghi della cultura delle due città dare inizio a un anno che lascerà un segno nella storia di questo territorio.

Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023 inizia tra

00

giorni

00

ore

00

minuti

Informazioni utili

Cosa è la Capitale Italiana della Cultura?

Qual è la Capitale Italiana della Cultura 2022?

Qual è la Capitale Italiana della Cultura 2024?

Dove posso approfondire l’argomento?

Posso utilizzare il logo di BGBS2023?

Non hai trovato la risposta che cercavi?

Sei un giornalista o un fotografo?

Vuoi essere informato sulle novità?

Scarica il materiale ufficiale di BGBS2023

This site is registered on wpml.org as a development site.